La Tana
dei
Supereroi

Un luogo magico, sicuro e speciale pronto ad accoglierli.

La "tana" , come dice la parola stessa, rappresenta il rifugio, il "luogo" per eccellenza, dove chiunque , superEroi, famiglie intere o volontari, può finalmente essere se stesso, abbassare la maschera , sentirsi accolto, protetto, perché non esiste niente di più bello che essere "autentici". Sarà il luogo in cui ci si potrà permettere di essere persino fragili, oppure al contrario, abbandonarsi alla gioia, seguire la scia delle emozioni, volteggiare e sentirsi leggero, libero da ogni costrizione che la vita spesso ci impone. La " tana" permetterà a chi ci soggiorna, di vivere all'interno di un tempo indefinito, in una specie di bolla, dove rimbalzano emozioni e sentimenti di tutti coloro che dalla "tana"hanno transitato e transiteranno, lasciando impresso, nel colore e nel calore di quelle stanze, un pezzetto di se stesso, un regalo da donare a chi verrà dopo e che a sua volta lascerà a quello dopo ancora.
E così ogni parete, ogni spazio, ogni ambiente della "tana" parlerà dei superEroi, ogni oggetto racconterà di loro, nulla sarà muto, esattamente come accade nel taxi della zia Caterina dove tutto ha voce, basta solo regalarsi del tempo per ascoltare...


La Tana dei Supereroi: capolinea di Taxi Milano25

Il sorriso e l'energia che generano un incontro è magico, aprono un varco verso una dimensione dove tutto è possibile. La Tana dei Supereroi nasce come luogo del sorriso, gioco, colore e calore, intimità, energie e sinergie, come apollinea del taxi di Zia Caterina dove, appena si spegne il motore si accende un rifugio dove i Supereroi possano deporre le armi e avere ristoro, come posto in cui, insieme, confrontandosi e sorreggendosi, si generano progettualità in continua evoluzione.

La Tana dei Supereroi con gli occhi della mamma di SuperViola
Nel periodo prima della morte di Viola, quando ormai sapevamo che non ce l’ avrebbe fatta  abbiamo pensato molto a quello che avremmo potuto fare dopo che se ne sarebbe andata. CI siamo detti che l’unica cosa sarebbe stata quella di prenderci cura del suo ricordo così come avevamo avuto cura di lei in ogni istante della sua breve vita. Ma in che modo? avremmo fatto qualcosa di costruttivo. Curare il suo ricordo avrebbe dovuto quindi essere qualcosa per gli altri, non solo per chi l’ha amata follemente ma anche per chi non la conosceva. Ed ecco arrivare il progetto della Tana dei Super Eroi,un posto meraviglioso che come dice il nome sarà un rifugio dove grandi e piccini si potranno rifugiare ,ospiti di Zia Caterina ,ogni volta che ne sentiranno il bisogno. Chi varcherà quella soglia si troverà davanti una casa colorata, vivace, allegra e piena di amore, con la speranza di dare a chi vive un periodo difficile un posto dove poter sognare e credere in un ritorno a una vita normale. La nostra Viola sarà li con i suoi pattini i suoi occhioni blu  e il suo sorriso ad accoglierli insieme a tutti gli altri super eroi.Questo ambizioso progetto ha riunito ,grazie alla meravigliosa Zia Caterina ,tante persone che come noi hanno vissuto una tragedia o che la stanno ancora vivendo e anche persone che sono mosse unicamente dalla volontà di essere utili a chi è meno fortunato. Penso, che persone così  che mettono a disposizione il proprio tempo, il proprio lavoro o che fanno anche piccole donazioni sia un bellissimo spettacolo da vedere e vivere e siamo sicuri che questo sia il modo migliore di curare il ricordo di nostra figlia.

  • Foto in arrivo a fine progetto
    Foto in arrivo a fine progetto